Homepage

RIABILITAZIONE

La Riabilitazione ha come oggetto il trattamento della disabilità e si propone di limitare l’handicap, il disagio emotivo e l’insoddisfazione del paziente per il suo stato di malattia e lo stress che ricade sui famigliari e le persone che ne sono preposte all’assistenza. È il percorso attraverso il quale un individuo sviluppa le massime potenzialità fisiche, psicologiche, sociali e occupazionali, relative al danno fisico o anatomico, correlate alle limitazioni ambientali. L’obbiettivo fondamentale della riabilitazione è il reinserimento del paziente nell’ambiente famigliare, lavorativo, scolastico e sociale. I servizi di riabilitazione diventano necessari quando alla persona disabile servono assistenza per raggiungere le sue massime potenzialità, e adattamenti personali e/o sociali non ottenibili auto-nomamente dal paziente e dai servizi disponibili normalmente nell’ambiente di vita.

POSTUROLOGIA

È la Scienza Medica che studia il funzionamento del Sistema Posturale ed analizza la relazione  tra lo  squilibrio del  Sistema  Posturale e le  patologie  dell' apparato locomotore. La malattia posturale insorge durante lo sviluppo infantile in seguito ad una  anomala  registrazione  centrale  dello  schema  corporeo,    conseguente allo           squilibrio di uno recettori periferici del Sistema Tonico Posturale,     generalmente l'occhio, che trasmette al sistema nervoso centrale informazioni    asimmetriche e ridondanti. La malattia posturale non può correggersi spontaneamente,    perchè il Sistema Tonico Posturale si adatta alle entrate periferiche patologiche e trasmette la asimmetria di tensione muscolare a tutto l'apparato locomotore,      mantenendo l'informazione aberrante in un circuito che si autoalimenta e si cristallizza.   Da un punto di vista biomeccanico, una alterazione nella simmetria del tono delle   catene muscolari è responsabile di sollecitazioni anomale a carico della colonna vertebrale e delle articolazioni periferiche, e favorisce l'instaurarsi di patologie infiammatorie e degenerative dell'apparato   locomotore.   La correzione   degli squilibri    posturali è pertanto la terapia causale di svariate affezioni dolorose (artrosi, ernia   discale, cefalea). La diagnosi posturologica consente al medico di individuare, tramite lo studio del tono muscolare, i recettori periferici e le interferenze centrali e periferiche responsabili di uno schema corporeo adattativo inadeguato rispetto ai parametri di normalità. La terapia consiste nella manipolazione dei recettori periferici, finalizzata a modificare, per via riflessa, lo schema corporeo a livello del Sistema Nervoso Centrale, e a ripristinare, nel tempo, la postura corretta.

OSTEOPATIA

  1. L’osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che pur basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali (anatomia, fisiologia, ect..) non prevede l'uso di farmaci né il ricorso alla chirurgia, ma attraverso manipolazioni e manovrespecifiche si dimostra efficace per la  prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano non solo l'apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale (legame tra il cranio, la colonna vertebrale e l'osso sacro) e viscerale (azioni sulla mobilità degli organi viscerali). Inoltre a differenza della medicina tradizionale allopatica, che concentra i propri sforzi sulla ricerca ed eliminazione del sintomo, l'osteopatia considera il sintomo un campanello di allarme e mira all'individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo stesso.